B Iniziativa EU Aid volunteers | Ciessevi

Iniziativa EU Aid volunteers

Il 19 settembre 2012 la Commissione europea ha definito i suoi piani per sviluppare un'iniziativa globale che creerà opportunità di volontariato in operazioni umanitarie in tutto il mondo per circa 10.000 persone nel 2.014-2.020.
Il numero di catastrofi naturali e di origine umana nel mondo è notevolmente aumentata negli ultimi anni. Le organizzazioni umanitarie hanno sempre più bisogno di persone preparate a sostenerli nell'aiutare le comunità colpite da catastrofi.
La maggior parte dei programmi di volontariato esistenti hanno un focus nazionale. «EU Aid Volunteers" porterà i volontari e le organizzazioni di diversi paesi di collaborare in progetti comuni. Norme europee in questo settore forniranno un marchio di qualità che denota una formazione adeguata per i volontari, riconoscibili da parte dei cittadini e delle organizzazioni interessate e che aumenteranno l'impatto degli aiuti umanitari.

DURATA

01/01/2014 – 31/12/2020

FONTE UFFICIALE

ENTE EROGATORE

Commissione Europea

OBIETTIVO

L'iniziativa intende supportare la preparazione dei volontari, rafforzare le capacità di intervento e la collaborazione tra volontari ed organizzazioni umanitarie attraverso la creazione di un Corpo volontario europeo per gli aiuti umanitari.

OBIETTIVI SPECIFICI

  • Creare standard di qualità validi a livello comunitario per gli aiuti umanitari
  • Garantire un marchio riconoscibile all'estero che aiuti le associazioni nazionali o locali a fare rete creando una base comune per future collaborazioni
  • Fornire ai volontari formazione professionale ed esperienza nel settore umanitario attraverso il job shadowing nelle organizzazioni umanitarie europee
  • Supportare le organizzazioni umanitarie e le comunità colpite da disastri e catastrofi
  • Formare il personale locale e i volontari delle organizzazioni nei paesi colpiti da calamità

AZIONI

La Commissione intende sviluppare norme europee per la gestione dei volontari in progetti umanitari e un programma di formazione europea. I volontari formati saranno impiegati come volontari di aiuti comunitari in progetti umanitari in tutto il mondo. Verrà creata una rete di Volontari europei per l'aiuto umanitario in modo che possano interagire e sostenersi a vicenda, prima, durante e dopo gli interventi umanitari. Altre persone potranno essere coinvolte attraverso il volontariato on-line, a sostegno dei volontari sul campo o per aiutare le organizzazioni umanitarie con le mansioni che possono essere fatte da casa su un computer (es. traduzioni, consulenza ed assistenza).

I Volontari europei per l'aiuto umanitario saranno formati e sarà esaminata la loro disponibilità ad essere inviati sul campo. Ove necessario, la formazione può includere l'esperienza d'ufficio in una organizzazione umanitaria europea, prima di andare sul campo.

L'iniziativa proposta comprende anche la formazione del personale locale e dei volontari delle organizzazioni in paesi colpiti da calamità in cui il corpo volontario europeo lavorerà.

BENEFICIARI

  • Cittadini europei e/o residenti di lunga data in uno Stato UE, che abbiano già compiuto 18 anni, con o senza esperienza nel settore degli aiuti umanitari o anche completamente nuovi all'attività di volontariato. Nessun volontario inesperto sarà inviato su progetti in cui la sicurezza è a rischio.
  • ONG (Organizzazioni Non Governative) di invio e di accoglienza

PAESI ADERENTI

UE 28: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE

La proposta prevede un budget di € 239.100.000 così ripartito:

  • formazione volontari: € 58.000.000
  • distribuzione volontari sul campo € 137.000.000
  • rafforzamento delle capacità delle comunità colpite da calamità e attività di sostegno € 35.000.000

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Ai volontari in missione sarà erogato uno stipendio mensile destinato a coprire alloggio, bisogni di base e trasporto locale (in base al costo della vita nel Paese di destinazione). Le spese per il visto, la copertura assicurativa e il viaggio sono rimborsati.

MODALITÀ E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE

Il programma sarà attuato attraverso partenariati tra le organizzazioni che inviano volontari dall'Europa e le organizzazioni ospitanti nei paesi terzi colpiti da una catastrofe. La Commissione certifica che le organizzazioni umanitarie partecipanti rispettano e applicano standard e procedure dell'UE (queste norme sono in preparazione e dovrebbero essere adottate nell'autunno 2014).
Le organizzazioni di invio saranno responsabili di individuare progetti umanitari adeguati in base alle esigenze e richiederanno sovvenzioni dell'UE per la realizzazione del programma. La Commissione europea fornirà finanziamenti per l'invio dei volontari.
I volontari potranno candidarsi on-line tramite una piattaforma centrale (in preparazione). La durata del servizio dipende dalla missione: da poche settimane a un anno in base alle esigenze dei progetti umanitari.

PAROLE CHIAVE

Volontariato, Aiuti umanitari, Protezione Civile

LINK A BANDI E DOCUMENTI

http://ec.europa.eu/echo/en
http://ec.europa.eu/echo/en/funding-evaluations/financing-civil-protection/calls-for-proposal

Progetti

Ciessevi fa parte della rete