A B Cooperazione allo Sviluppo: contributi a iniziative proposte da organizzazioni della società civile | Ciessevi

Cooperazione allo Sviluppo: contributi a iniziative proposte da organizzazioni della società civile

StampaStampaPdfPdf
Data scadenza: 
29-07-2017
Tipologia bando: 
Ente promotore: 

AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Enti beneficiari: 

Possono partecipare al presente bando i soggetti senza finalità di lucro che:

Obiettivi: 

Il bando per la concessione di contributi ad iniziative proposte dalle Organizzazioni della società civile e dai soggetti senza finalità di lucro (di seguito “OSC”) si inserisce all'interno del quadro dell'Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile e le iniziative proposte dovranno fare riferimento ai settori prioritari definiti nel Documento triennale di programmazione e di indirizzo della politica di cooperazione allo sviluppo 2016-2018, adottato dal CICS con Delibera n. 1/2017 nella seduta del 23 marzo 2017 e il cui iter è in corso di definizione.

Attività: 

Sono, tuttavia, considerate di prevalente interesse le iniziative che, partendo dall’analisi dei bisogni locali, siano centrate su:

  • migrazione e sviluppo, con interventi che contribuiscano a migliorare le condizioni di vita nei Paesi di provenienza, al fine di migliorare la gestione dei flussi migratori, e interventi di contrasto alla tratta di esseri umani;
  • innovazione sociale, con riferimento alla sperimentazione di pratiche che promuovano una crescita sostenibile e inclusiva, anche favorendo lo sviluppo di tecnologie, soluzioni e componenti ICT;
  • sviluppo rurale, sicurezza alimentare e corretta e sana nutrizione delle popolazioni;
  • tutela e corretta gestione delle risorse naturali, anche attraverso approcci eco-sistemici e l’utilizzo di energie rinnovabili e sostenibili;
  • rafforzamento della società civile locale e tutela e promozione dei diritti umani, in particolar modo promuovendo il ruolo delle organizzazioni della società civile come attori dei processi di sviluppo e la loro capacità di influire sui processi di policy making e di contribuire al dialogo interetnico e interreligioso.

Saranno considerati, inoltre, elementi di valore aggiunto:

  • l’inclusione delle seguenti tematiche trasversali: promozione dell’uguaglianza di genere, empowerment femminile, tutela delle minoranze e dei gruppi vulnerabili, disabilità;
  • l’attivazione di partenariati con particolare riguardo al coinvolgimento di Università e/o enti pubblici e di soggetti identificati all’articolo 26 della L.125/14 non ancora iscritti all’Elenco di cui al medesimo articolo, che per la loro expertise e natura apportino un contributo innovativo e qualificante all’intervento;
  • l’attivazione di partenariati con attori non statali locali, in possesso di comprovata e specifica capacità tecnica e operativa, in un’ottica di promozione dell’ownership dei processi di sviluppo e dei risultati dell’iniziativa.​
Budget: 

Lo stanziamento totale è di 40 milioni di euro per il finanziamento delle prime rate delle iniziative approvate, a valere sulle risorse 2017. Nell'ambito delle risorse disponibili, sono individuati i seguent lotti:

  • 18.000.000,00 euro (45 % del totale) per i Paesi prioritari dell’Africa Sub-Sahariana;
  • 10.000.000,00 euro (25 % del totale) per i Paesi prioritari del Bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente;
  • 5.000.000,00 euro (12,5 % del totale) per i Paesi prioritari dei Balcani, dell’America Latina e Caraibi e dell’Asia;
  • 7.000.000,00 euro (17,5 % del totale) per i Paesi non prioritari, con particolare riferimento ai Least Developed Countries.
Modalità: 

Il bando prevede due fasi di selezione (Concept Note entro le ore 12:00 del 29 giugno 2017 e successivamente proposta completa). La presentazione delle proposte avviene esclusivamente attraverso l’invio di una e-mail  all’indirizzo PEC bandi.osc@pec.aics.gov.it.

Ogni organizzazione potrà partecipare a 2 proposte come capofila e ad ulteriori 4 in qualità di partner.

Le proposte progettuali dovranno inoltre:

  • contenere una richiesta di contributo complessivamente non superiore a 1.800.000 Euro per iniziative di durata triennale, a 1.200.000 Euro per iniziative di durata biennale e 600.000 per iniziative di durata annuale;
  • contenere una richiesta di contributo con un ammontare non superiore al doppio dei propri proventi complessivi del triennio 2014-2016 come da bilanci annuali;
  • richiedere un contributo non superiore al 90% del costo totale dell’iniziativa;
  • prevedere che la partecipazione al finanziamento assicurata dal proponente, sia con risorse proprie che di altri finanziatori, contenga una componente monetaria pari almeno al 10% del costo totale dell’iniziativa.

N.B. La Concept Note non contiene una sintesi del piano finanziario, ma solo il costo totale dell’iniziativa.

Informazioni: 

Il Responsabile del procedimento è il Dirigente responsabile dell’Ufficio VIII dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della cooperazione italiana www.agenziacooperazione.gov.it e sul sito www.esteri.it

Progetti

Ciessevi fa parte della rete