A B Erasmus: Mobilità per i giovani e gli animatori giovanili | Ciessevi

Erasmus: Mobilità per i giovani e gli animatori giovanili

StampaStampaPdfPdf
Data scadenza: 
26-04-2017
Tipologia bando: 

L'Azione KA 1 del Programma Erasmus+ per il settore Gioventù offre opportunità di mobilità in Europa e non solo per accrescere le proprie competenze, conoscere culture diverse, crescere come cittadini europei. Destinatari dell’azione giovani ed animatori giovanili.

Ente promotore: 

Commissione Europea – DG Educazione e Cultura

Paesi Ammissibili: 

PAESI ADERENTI AL PROGRAMMA
EFTA/SEE, Paesi candidati UE, Paesi della Politica europea di vicinato, Paesi potenziali candidati, Paesi PTOM, UE 28

SPECIFICHE SUI PAESI
Per ulteriori informazioni circa le modalità di partecipazione dei paesi partner, si prega di consultare la parte A della guida del programma Erasmus+.

TERRITORI/PAESI DI REALIZZAZIONE
I territori dei paesi componenti la partnership

 

Enti beneficiari: 

Amministrazioni locali, Amministrazioni nazionali, Amministrazioni Regionali, Associazioni di promozione sociale, Camere di Commercio, Cooperative, Enti religiosi, Gruppi informali, Imprese dell'economia sociale, Imprese sociali, ONG (Organizzazioni Non Governative), Organizzazioni di volontariato, Organizzazioni europee, Organizzazioni internazionali, Organizzazioni non profit, Parti Sociali, PMI (Piccole e Medie Imprese)

REQUISITI E VINCOLI BENEFICIARI

Scambi giovani: un gruppo informale è un gruppo di giovani attivi nell'animazione socioeducativa ma non necessariamente nell'ambito di un'organizzazione giovanile. Nel caso di presentazione della candidatura da parte di un gruppo informale, uno dei membri del gruppo con maggiore età assume il ruolo di rappresentante e si assume la responsabilità a nome del  gruppo.

SVE: tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte in un'attività di Servizio volontario europeo devono essere in possesso di un accreditamento allo SVE valido al momento della presentazione della candidatura (per maggiori informazioni, consultare la sezione SVE dell'Allegato I della  guida).

Un progetto di mobilità giovanile è finanziato in modo specifico (vedere la sezione " norme di finanziamento") se il richiedente è un'Associazione di regioni, un Gruppo europeo di cooperazione territoriale; un organismo con fini di lucro attivo nella responsabilità sociale delle imprese.

Obiettivi: 

Obiettivi del bando sono:

  • promuovere la partecipazione alla vita democratica in Europa e al mercato del lavoro la cittadinanza attiva, il dialogo interculturale, la solidarietà;
  • favorire miglioramenti della qualità nell’ambito dell’animazione socioeducativa;
  • accrescere la dimensione internazionale delle attività nel settore della gioventù e il ruolo degli animatori socioeducativi (Youth Workers) e delle organizzazioni giovanili quali strutture di sostegno per i giovani.

Nel 2017 l'accento sarà posto su:

  • il raggiungimento dei giovani emarginati, la promozione della diversità, del dialogo interculturale e interreligioso;
  • i valori comuni di libertà, tolleranza e rispetto dei diritti umani, il pensiero critico e lo spirito di iniziativa dei giovani;
  • la prevenzione della radicalizzazione violenta dei giovani.
Attività: 

AZIONI FINANZIABILI
Mobilità individuale dei giovani che partecipano ad attività di apprendimento non formale e informale

  • Scambi di giovani: che permettano a gruppi di giovani di paesi diversi di incontrarsi e vivere insieme per un massimo di 21 giorni svolgendo un comune programma di lavoro (es. (un mix di seminari, esercitazioni, dibattiti, giochi di ruolo, simulazioni, attività all'aria aperta, ecc.) progettati e preparati da loro prima dello scambio.
  • Servizio volontario europeo: SVE: questa attività permette ai giovani di età compresa tra 17-30 anni di esprimere il loro impegno personale svolgendo un’attività di volontariato a tempo pieno per un massimo di 12 mesi in un altro paese all'interno o all'esterno dell'Unione europea.

Mobilità di animatori giovanili

  • Formazione degli animatori giovanili e creazione di reti di animatori giovanili: questa attività sostiene lo sviluppo professionale di animatori giovanili sotto forma di:

a) partecipazione degli animatori socioeducativi a seminari, corsi di formazione, eventi comunicativi, visite di studio;
b) un periodo di lavoro di affiancamento/osservazione (job shadowing) all'estero in un'organizzazione attiva nel settore della gioventù.
Tenendo conto del contesto critico in Europa e considerando il fatto che il lavoro dei giovani in un contesto di apprendimento non formale e in attività di volontariato può contribuire, in modo significativo, a rispondere alle esigenze dei rifugiati, richiedenti asilo e migranti e/o aumentare la consapevolezza su questo problema all'interno delle comunità locali, particolare attenzione sarà  data ai progetti che nella mobilità coinvolgano rifugiati/richiedenti asilo e migranti o che propongano tematiche incentrate sui rifugiati/ richiedenti asilo e migranti.

Budget: 

RISORSE FINANZIARIE DISPONIBILI
209,1 milioni di euro.

ENTITA' CONTRIBUTO
Definita sulla Guida al Programma (Parte B) in via generale e annualmente dall’Agenzia Nazionale Giovani Erasmus + - ANG, sulla base delle risorse disponibili.

Sono riconosciuti i costi per il supporto organizzativo, il supporto individuale, vitto, alloggio e trasporto locale durante la mobilità (in base al costo della vita nel Paese di destinazione ed ai giorni di permanenza), nonché le spese per la copertura assicurativa, i bisogni speciali dei discenti e gli accompagnatori (se adeguatamente motivati) e il viaggio dei partecipanti, la preparazione pedagogica, culturale e linguistica dei partecipanti (quest’ultima per lingue di destinazione diverse da quelle presenti nel supporto linguistico online).

Per le lingue IT, EN, FR, ES, DE, NL la Commissione mette a disposizione corsi di lingua on line per supportare lo sviluppo di competenze linguistiche di coloro che parteciperanno ad iniziative di mobilità.

TEMPI E MODALITA' DI EROGAZIONE
Pre-finanziamento
Un prefinanziamento pari all'80% della sovvenzione sarà versato al beneficiario entro 30 giorni dalla data in cui l'ultima delle due parti avrà firmato l'accordo, a condizione che tutte le garanzie richieste siano state presentate.

Pagamento finale
L'Agenzia Nazionale stabilirà l'importo del pagamento finale da erogare al beneficiario sulla base del calcolo della sovvenzione finale entro 60 giorni dalla presentazione del report finale. Se l’ammontare erogato è superiore al calcolo finale, il beneficiario sarà tenuto a rimborsare l'importo pagato in eccesso attraverso un ordine di recupero.

Modalità: 

E’ un’azione decentrata. I progetti vanno presentati all’Agenzia nazionale Giovani (ANG) responsabile del settore GIOVENTÙ del programma ERASMUS +.
Un'attività di mobilità è transnazionale e coinvolge almeno 2 organizzazioni partecipanti (organizzazione di invio e organizzazione di accoglienza) provenienti da 2 diversi Paesi.
Se le attività sono all'interno Paesi aderenti al programma, tutte le organizzazioni partecipanti devono essere da un Paese aderente al programma.
Se le attività sono con i Paesi Partner confinanti con l'Unione europea (paesi potenziali candidati e/o paesi della politica europea di vicinato), l'attività deve coinvolgere almeno una organizzazione da un Paese aderente al Programma (UE 28 e/o Paesi candidati) ed una organizzazione da un paese partner confinante con l'UE.

DURATA DEL PROGETTO: da 3 a 24 mesi

DURATA DELLE ATTIVITÀ

  • Scambi giovani: da 5 a 21 giorni, escluso il tempo di viaggio. Se il progetto prevede una Visita di programmazione preliminare (VPP), devono essere rispettati i seguenti criteri di ammissibilità:
    • durata della VPP: massimo 2 giorni (giorni di viaggio esclusi);
    • numero dei partecipanti: 1 partecipante per gruppo. Il numero di partecipanti può essere incrementato a 2 qualora uno  dei partecipanti sia un giovane che partecipa all'attività senza avere un ruolo di leader del gruppo o formatore.
       
  • Servizio Volontario Europeo: da 2 a 12 mesi escluso il tempo di viaggio. Nel caso in cui il servizio volontario europeo coinvolga almeno 10 volontari o giovani con minori opportunità, l'attività può durare dalle 2 settimane ai 12 mesi. Se il progetto prevede una Visita di programmazione preliminare (VPP), devono essere rispettati i seguenti criteri di ammissibilità:
    • durata della VPP: max 2 giorni (giorni di viaggio esclusi);
    • numero di partecipanti: 1 partecipante per Organizzazione di Invio. Il numero di partecipanti può salire a condizione che tutti gli altri partecipanti siano volontari con minori opportunità di prendere parte alle attività.
       
  • Mobilità animatori giovanili: da 2 giorni a 2 mesi, escluso il tempo di viaggio. Nel caso di 2 giorni questi devono essere consecutivi. 

I passaggi per partecipare al bando sono:

  • Leggere attentamente la Guida al Programma che fornisce infatti indicazioni dettagliate sulle diverse azioni del bando, sulle priorità, sull’entità del finanziamento e sulla procedura per la presentazione delle proposte di progetto;
  • Procedere all’autenticazione in ECAS;
  • Effettuare la registrazione sul portale partecipanti ed ottenere un Participant Identification Code (PIC). Se già si possiede un Participant Identification Code (PIC) si può utilizzare senza effettuare di nuovo la registrazione;
  • Compilare il Formulario (e-Form);
  • Inviare il formulario e relativi allegati online.

Tutte le organizzazioni partecipanti devono essere in possesso di un codice PIC.

LINGUA SCRITTURA DEL FORMULARIO
In italiano perché il formulario va presentato alla propria Agenzia Nazionale. Nell’eform viene in genere richiesta solo una sintesi in inglese, francese o tedesco. La scelta di utilizzare una lingua veicolare (inglese, francese, ecc.) diversa dall’italiano richiede un elevato livello di conoscenza della lingua prescelta.

Informazioni: 

CONTATTI DIRETTI TEL.
06 37591222

CONTATTI DIRETTI EMAIL
direzione@agenziagiovani.it

Progetti

Ciessevi fa parte della rete