B Europa: Programmi 2014 - 2020 | Ciessevi

Europa: Programmi 2014 - 2020

I fondi diretti europei sono allocati su Programmi pluriennali o settennali, istituiti da decisioni o regolamenti del Parlamento e del Consiglio Europeo.

Sono gestiti direttamente dalle Direzioni Generali (DG) della Commissione Europea competenti per ambiti di attività o da sue Agenzie esecutive. In alcuni casi vi è la mediazione di Agenzie nazionali, diverse a seconda dei Programmi.

Sostengono progetti di interesse europeo legati prevalentemente allo scambio di esperienze e buone pratiche, confronto di metodologie, progetti di animazione, organizzazione di seminari e convegni, studi e ricerche, modellizzazioni di interventi e servizi.

Requisito fondamentale richiesto dai bandi europei è la transnazionalità e quindi la costituzione di un partenariato transnazionale. I paesi che possono partecipare sono specificati in ogni singolo Programma.

Le principali procedure di assegnazione dei fondi europei sono gli inviti a presentare proposte di progetto (call for proposals) e bandi di gara d'appalto (call for tenders), entrambi periodicamente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE).

I bandi pubblicati su questo sito fanno riferimento alle call for proposals che utilizzano lo strumento finanziario della sovvenzione, cioè un contributo finanziario diretto, a carico del bilancio dell'UE, accordato a titolo di liberalità.

Per il principio del cofinanziamento, le sovvenzioni coprono solo una percentuale di costi ammissibili, riferiti a ciascun progetto, variabile in genere tra il 50% e l'80% (solo in alcuni casi particolari possono arrivare a coprire il 100% dei costi). Il cofinanziamento deve essere quindi integrato da risorse proprie del beneficiario o da parte di organismi terzi.

Possono presentare proposte persone giuridiche, pubbliche o private, stabilite negli stati membri dell'UE o appartenenti ad altri paesi che partecipano ai Programmi europei. Questi vengono definiti "beneficiari".

I criteri di ammissibilità per i potenziali beneficiari o soggetti proponenti sono indicati nei bandi. Generalmente i soggetti che intendono presentare proposte devono soddisfare requisiti di ammissibilità legale, capacità finanziaria e capacità tecnica.

I fondi arrivano direttamente ai beneficiari.

 

Progetti

Ciessevi fa parte della rete