B Volontariato nella Città Metropolitana di Milano | Ciessevi

Volontariato nella Città Metropolitana di Milano

I volontari che operano nella Città Metropolitana di Milano sono 241.212. Svolgono la loro attività nelle 9.520 istituzioni non profit con almeno 1 volontario censite da Istat nel 2011.

Una parte di queste sono iscritte ai Registri del Volontariato e dell’Associazionismo che ogni anno sono aggiornati da Regione Lombardia.

Secondo l'utlima rilevazione alla data del 31 dicembre 2016:

Tipologia Lombardia Città Metropolitana di Milano
Associazioni senza scopo di lucro 661 189
Associazioni di Promozione Sociale 2151 600
Organizzazioni di Volontariato 5183 1032
Associazioni di Solidarietà Familiare 655 248
Centri di Aiuto alla Vita 43 9

(Fonte: BURL n. 11 Serie Ordinaria - Mercoledì 15 marzo 2017 )

Dall’ultima ricerca Ciessevi sulle organizzazioni di volontariato iscritte al registro emerge che il 64% dei volontari opera in modo sistematico e continuativo mentre il restante 36% opera in modo saltuario.
Gli ultimi dati a livello nazionale indicano che chi svolge attività di volontariato dedica in media 5 ore a settimana, un numero che scende a 3,3 ore settimanali per i volontari della Città Metropolitana di Milano. In questo territorio infatti i volontari saltuari sono maggiori che nel resto d’Italia: il 64,1% del totale rispetto al 57% del livello nazionale.

Una tendenza in crescita negli ultimi anni e confermata da recenti studi sulla partecipazione sociale e il terzo settore. Infatti anche in Italia l’esperienza della partecipazione ai gruppi di volontariato è sempre meno un esperienza totalizzante, impegnativa e caratterizzata da un forte legame di fedeltà all’organizzazione di appartenenza come invece accadeva in passato.

Le forme di partecipazione civica e sociale stanno cambiando verso modalità più revocabili, legate ad impegni di breve termine, che comportano lo svolgimento di compiti definiti ex-ante e che si associano a forme di gratificazione e appagamento per i volontari (piuttosto che a legami di fedeltà con l’organizzazione presso cui si presta la propria opera di volontariato).

Milano e il suo territorio rappresentano da questo punto di vista un laboratorio di osservazione privilegiato sui cambiamenti in corso nell’esperienza del “fare volontariato”. Qui, infatti, le trasformazioni della partecipazione volontaria risultano più marcate che nel resto d’Italia, anche per via del minore livello di frammentazione delle associazioni di questo territorio che hanno un numero medio di volontari sistematici per organizzazione quasi doppio rispetto alla media nazionale (30 rispetto a 18).

Considerando più da vicino il profilo dei volontari il 56,5% è maschio, mentre il restante 43,5% è femmina. Mentre rispetto alle fasce d’età:

  • fino a 18 anni: 4%
  • dai 19 ai 29 anni: 14%
  • dai 30 ai 54 anni: 43%
  • dai 55 ai 64 anni: 24%
  • dai 65 anni in su: 15%

Istituzione non profit. Unità giuridico - economica dotata o meno di personalità giuridica, di natura privata, che produce beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non ha facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che la hanno istituita o ai soci.

Il volontario è colui che presta la propria opera, anche saltuaria, senza ricevere alcun corrispettivo, presso l’istituzione non profit, per scopi solidaristici e/o altruistici, oppure per il perseguimento delle finalità istituzionali.
 

Progetti

Ciessevi fa parte della rete