B La Carta di Milano | Ciessevi
La Carta di Milano è una proposta di accordo mondiale per affermare il diritto al cibo come diritto umano fondamentale ed è frutto di un ampio dibattito nel mondo scientifico internazionale, civile, imprenditoriale e istituzionale.

Dieci gli obiettivi del manifesto, tradotto in 19 lingue: diritto al cibo sicuro e nutriente, contrasto degli sprechi, difesa del suolo, promozione dell'educazione alimentare, lotta al lavoro nero e minorile, sostegno del reddito, tutela della biodiversità investimenti nella ricerca, guerra alle frodi, energia pulita.

Quattro i temi in gioco: quali modelli economici e produttivi possano garantire uno sviluppo sostenibile in ambito economico e sociale; quali tra i diversi tipi di agricoltura esistenti riusciranno a produrre una quantità sufficiente di cibo sano senza danneggiare le risorse idriche e la biodiversità; quali siano le migliori pratiche e tecnologie per ridurre le disuguaglianze all'interno delle città, dove si sta concentrando la maggior parte della popolazione umana; come riuscire a considerare il cibo non solo come mera fonte di nutrizione, ma anche come identità socio-culturale.

Il documento si apre con la dichiarazione “Salvaguardare il futuro del pianeta e il diritto delle generazioni future del mondo intero a vivere esistenze prospere e appaganti è la grande sfida per lo sviluppo del 21° secolo. Comprendere i legami fra sostenibilità̀ ambientale ed equità̀ è essenziale se vogliamo espandere le libertà umane per le generazioni attuali e future". E si conclude con un impegno ufficiale: "Sottoscrivendo questa Carta di Milano noi dichiariamo di portare la nostra adesione concreta e fattiva agli Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite. Un futuro sostenibile e giusto è anche una nostra responsabilità̀".

Molti hanno già firmato in occasione del taglio del nastro di EXPO 2015, sia sul sito espositivo che online.

Si può conoscere e firmare la Carta sul sito dedicato.

 

Progetti

Ciessevi fa parte della rete