B Presentazione | Ciessevi

Il non profit è un cantiere aperto: mentre prosegue l’iter legislativo della legge delega di riordino del settore dopo l’approvazione di ieri della Camera dei Deputati, il Terzo Settore lombardo si interroga su scenari e prospettive future, soprattutto per quanto riguarda l’attuazione della legge. Si tratta di una rivoluzione sia per tutto il mondo del non profit che per il Paese.
Un riordino del sistema che le associazioni chiedevano da anni e su cui sono stati presentati in Parlamento numerose proposte di legge, però mai prese in considerazione dall’Aula.
E’ giunto quindi il momento di chiedersi come il patrimonio di esperienze, di partecipazione civile, di cittadinanza attiva, possa contribuire a determinare - nelle scelte generali (Legge delega) e nelle scelte specifiche (decreti legislativi attuativi) - una riforma innovativa, che sia un volano per tutto il sistema, nel rispetto dei diritti sanciti dalla Costituzione, e che sia al passo con le mutazioni delle realtà sociali organizzate italiane.

Per questo motivo, Forum del Terzo Settore Milano e Ciessevi già a maggio dell’anno scorso, con l’apertura da parte del Governo di una consultazione pubblica, hanno aderito con un contributo scritto. Ora che la Camera ha approvato la bozza di Legge delega le due realtà milanesi – che conta per un decimo degli enti non profit e dei volontari e, per un sesto, delle risorse economiche dell’intera nazione ¬-, insieme a Forum del Terzo Settore Lombardia e CSVnet Lombardia, hanno promosso un percorso di studio e di proposta per fornire il proprio contributo al dibattito nazionale e alla formulazione dei prossimi Decreti legislativi attuativi.

«Si tratta di un percorso – afferma il Presidente di Ciessevi, Ivan Nissoli - che vuole ri-mettere al centro i bisogni e le dinamiche del terzo settore dai quali non si può prescindere: cura del processo elaborativo e propositivo, cura dei contenuti oggetto di studio. Un percorso che raggruppa tutte le voci presenti nella comunità nel rispetto dei livelli di rappresentatività, delle identità e delle espressioni territoriali".

Progetti

Ciessevi fa parte della rete